Amazon stava distruggendo la mia Azienda. Ora fatturo il doppio.

Da diversi anni anche in Italia conosciamo il gigante della vendita online Amazon. Questo marchio significa un catalogo prodotti illimitato, piattaforma tecnologica all’avanguardia e affidabilità delle transazioni online (aspetti che ricreiamo ogni giorno per i nostri clienti), prezzi concorrenziali sempre e efficienza distributiva per raggiungere ormai tutto il suolo italiano in meno di 24 ore.

Quando ci si confronta con un leader e quando si leggono i numeri di Amazon, certi dati e certe prospettive possono far paura. Soprattutto quando incontro i nostri clienti, piccole e medie aziende (Sviluppo Adesso lavora esclusivamente con imprese in Lombardia) che non hanno né il potenziale di investimento né di forza lavoro di questi giganti. Ma online -grande opportunità, grande concorrenza – bisogna competere innanzitutto con i giganti (Davide e Golia in versione 2.0).

Uscivo spesso da queste visite dai nostri clienti e mi chiedevo: Amazon sta distruggendo le piccole e medie aziende italiane?

Poi ho scoperto che le nostre PMI hanno una arma che permette loro, al piccolo Davide, di battere il gigante Golia. E la cosa stupefacente è che questa arma ce l’hanno in casa. Questa intuizione l’ho ricavata dall’esperienza di un nostro cliente che da decenni serviva la propria comunità nella vendita di prodotti alimentari per animali domestici. Il loro business (come praticamente tutti negli ultimi anni) ha sperimentato un cambiamento netto dovuto al fatto che molti dei loro clienti ora acquistano questi prodotti direttamente online. Ciò che questa Azienda ha capito nel corso della analisi aziendale che Sviluppo Adesso propone a tutti i suo clienti all’inizio di un percorso comune, è stata la pietra miliare di ciò che ha portato al successivo successo online della loro piccola impresa:

Non puoi aspettarti di sopravvivere se tutto ciò che vendi è una confezione di cibo. Il nostro valore aggiunto è la nostra esperienza. Di chi da 25 anni fa questo lavoro. Se non ci distinguiamo su quello, allora i nostri clienti compreranno da chi offre il prezzo più basso (quindi Amazon)

Quello che hanno compreso è che avevano una specifica competenza nella nutrizione degli animali (nello specifico dei cani) in particolare nella correlazione tra alimenti e malattie del cane: questo aspetto consulenziale sarebbe stato il valore aggiunto che avrebbe creato una nicchia nel mercato e avrebbe permesso loro di sopravvivere e prosperare contro giganti come Amazon.

Il nostro compito e la vera sfida è stata a quel punto di far conoscere questo valore aggiunto all’esterno e posizionare (nell’affollato mercato online) questa nicchia. Ora hanno l’opportunità di servire una comunità che è –almeno – a livello nazionale.
E oltre a sopravvivere hanno raddoppiato il fatturato.

Commento

Questo sito utilizza cookie per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close